Mappa
Caratteristiche

Si trova lungo la strada che collega Portopalo di Capo Passero a Marzamemi. Fino a qualche decennio fa era una grande salina, dove tonnellate di sale venivano ammassate a formare vere e proprie piramidi coperte con pesanti tegole per proteggerle dalla pioggia. Nella vasca a ridosso della strada esistono alcuni macchinari in disuso per la lavorazione del sale ed un casotto con delle grandi pompe che servivano a far scorrere l’ acqua nei canali artificiali costruiti con blocchi di pietra arenaria estratti da una cava lì vicino. Oggi è tutto abbandonato. Il livello dell’acqua di natura salmastra può arrivare nelle annate piovose fino ad 1,80 metri in alcuni punti. Ma nei mesi caldi è sempre asciutto.
E’ indelebile il ricordo di un episodio verificatosi il 15 Agosto 2013 proprio nel litorale marino antistante il pantano Morghella, episodio riportato da tutti gli organi di informazione nazionali, ossia lo spiaggiamento di una ” carretta” del mare colma fino all ‘inverosimile di profughi siriani con donne e bambini in fuga dalla guerra in cui era precipitata la loro nazione. Si trattò del primo sbarco di un numero così cospicuo di profughi siriani in territorio italiano. Lodevole e commovente il soccorso prestato dai bagnanti del luogo, al punto da meritare un encomio ufficiale da parte del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Fino a quando la salina era attiva il pantano era frequentato da poche specie di anatidi , come volpoche e mestoloni , e da varie specie di limicoli. Da quando la salina non è più in uso il pantano è frequentato da molte specie di anatidi, le stesse che frequentano tutti gli altri pantani. A pochissima distanza dal pantano si trova il cimitero di Pachino, sovrastato da una collinetta (cozzo S. Lucia) di origine vulcanica e pertanto ricca di pietra lavica.

Latitudine: N 36° 43’ 1”
Longitudine: E 15° 7’ 19”
Estensione: 178 ettari
Tipologia di Acque: Salmastre ad essiccamento estivo

Photo Gallery